Sydney, una metropoli da vivere all’aria aperta

0

Se ti piace l'articolo condividilo con i tuoi amici !

Sydney, una città cosmopolita e dei contrasti: in un attimo si passa dalle vie soffocate dai grattacieli ai stupendi parchi botanici e lunghe passeggiate nel verde. Nonostante i suoi 5,5 milioni di abitanti, è considerata una delle metropoli più vivibili al mondo.

Sydney, una città con un sistema di trasporti efficiente

Sydney è una città ordinata, semplice da girare e da scoprire, con i servizi di trasporto molto efficienti. Lo si vede appena si arriva in aeroporto. Per andare in centro è semplice: basta prendere il treno T8 che va fino a Circular Quay, a mio avviso un punto strategico per partire e scoprire la città. Per girare sui mezzi pubblici (treno, bus, traghetti) si può prendere e caricare la carta OPAL con un determinato importo (per 4 giorni calcolare più o meno 70-80 AUD) oppure utilizzare una carta di credito “contact less”. Il loro impiego è semplice: ad ogni entrata (stazione o bus) c’è un lettore sul quale si deve appoggiare la carta, così da registrare la partenza. Una volta a destinazione si deve nuovamente “passare” la carta sul lettore in modo tale che, in base alla distanza, viene scalato l’importo corrispondente. Dimenticarsi di registrare la corsa può costare 400 AUD.

Sopra avevo accennato di Circular Quay: da qui partono tutti i traghetti che trasportano gli abitanti e i turisti nei vari punti del Sydney Harbour che, con i suoi 240 km ed oltre di costa, costellati di spiagge e giardini pittoreschi, è un vero porto naturale.

Il sito dei trasporti pubblici di Sydney: transportnsw.info

Dove alloggiare a Sydney

Purtroppo a Sydney sono arrivato con l’aereo, come un comune turista. Arrivarci in barca e vivere per un pò ormeggiato da qualche parte nel Sydney Harbour dev’essere qualcosa di affascinante.

Personalmente ho alloggiato nel quartiere di The Rocks, più precisamente al Russell Hotel In The Rocks.
L’albergo è carino e originale, per contro non aspettatevi una gran scelta a colazione.
Poco importa, la cosa importante è che si trova a 2 minuti dai dock di partenza dei traghetti.

Un consiglio per girare Sydney

Come in ogni grande città turistica, c’è un grande movimento di persone, in particolar modo nel fine settimana. Quando si vuole andare a vedere qualche attrazione, che sia lo zoo, l’acquario o quant’altro, consiglio di andare all’orario di apertura. Se si arriva alle 11.00 / 12.00 ci si deve armare di buona pazienza e mettersi in coda.
Normalmente io mi organizzo sempre di andare a vedere le attrazioni alla mattina, mentre il pomeriggio lo utilizzo per scoprire la città girandola a piedi.

Bondi Beach

È un’icona non solo qui in Australia, ma anche nel resto del mondo. Ê una delle mete più viste in cartolina, in televisione e al cinema. Bondi è anche la patria del surf lifesaving australiano e vanta uno dei club più vecchi al mondo: il Bondi Life Saving Club, nato nel 1906. In estate la zona è sorvegliata da bagnini volontari, i quali controllano che i bagnanti rimangono tra le bandierine di sicurezza color rosso e giallo tipiche dell’Australia. Io sono andato di domenica mattina, quando vi sono i “nipper“, ovvero i futuri bagnini d’Australia che imparano i principi di salvataggio in tenerissima età. Mi è capitato anche di vedere all’opera i bagnini, quando il “giappo” di turno è stato sorpreso da una corrente e non riusciva più a tornare a riva. Lui sbracciava e gridava, mentre i turisti dalla scogliera lo salutavano 🙈: per fortuna i bagnini sono accorsi in suo aiuto in brevissimo tempo.

Per arrivare a Bondi Beach: consiglio di prendere il Ferry F4 da Circular Quay e scendere a Watson Bay. Una volta a Watson Bay, in cima al parco c’è la fermata della linea del bus 380. Per il ritorno da Bondi Beach si può prendere un bus che va direttamente in centro città oppure ripercorrere lo stesso percorso.

Taronga Zoo

Uno dei luoghi da non perdere durante la visita a Sydney è il Taronga Zoo. Qui si possono incontrare più di 350 animali in un luogo estremamente curato ed eccezionale. Si possono vedere le tigri di Sumatra, gli elefanti asiatici, i gorilla e ovviamente i tipici animali australiani come i canguri, i koala, i wallabies, i wombat, gli emù, i quokka e via dicendo.
Il biglietto d’entrata esiste singolo o scontato per famiglia, da tenere presente che se si va il giorno del compleanno si paga 1 AUD. Per raggiungere lo zoo è molto semplice, si prende il traghetto che parte da Circular Quay.

Koala

Maggiori informazioni sul sito dello zoo: taronga.org.au

Royal Botanic Gardens

Inaugurato nel 1816, questo giardino è la più antica istituzione scientifica dell’Australia e una delle più importanti istituzioni botaniche storiche del mondo. Il giardino è aperto tutti i giorni dell’anno e l’accesso è gratuito. Con la sua splendida posizione sul Sydney Harbour e la Sydney Opera House ne fanno una delle attrazioni più visitate di Sydney. È un’oasi nella città, un luogo per passare del tempo libero e rilassarsi. 

Il Sydney Fish Market

Il Sydney Fish Market (SFM) offre ai visitatori l’opportunità di sperimentare dal vivo un autentico mercato del pesce. Si tratta del più grande mercato del suo genere nell’emisfero australe e del secondo mercato mondiale di frutti di mare in termini di varietà al di fuori del Giappone.

L’attività del mercato inizia alle 5.30 del mattino quando gli acquirenti di frutti di mare arrivano per controllare il pescato del giorno prima dell’asta. Qui giornalmente vengono vendute 2.700 casse (52 tonnellate). Su prenotazione è possibile partecipare a un tour dietro le quinte e vedere tutta l’azione.

Vi è poi una grande area per la vendita al dettaglio, dove è possibile acquistare una vasta gamma di frutti di mare freschi, pesce per il sashimi e molto altro ancora. Inoltre, alcuni di questi venditori cucinano sul posto ed è quindi possibile gustare un delizioso pasto a base di pesce fresco stando comodamente seduti sul molo che, con i suoi tavoli e ombrelloni, è stato adibito a zona di ristoro.

Sashimi

Nel mercato si trova anche la Sydney Seafood School: nel suo programma vi sono una varietà di corsi di cucina di pesce, tra cui alcuni ospitati dai principali chef australiani!

Gli orari di apertura del mercato al dettaglio
È sempre aperto dalle 7.00 di mattino a parte il giorno di Natale.
Chiusura: da lunedi a giovedi alle 16.00, dal venerdi alla domenica alle 17.00
Ho visto che ci sono pure dei pontili dove diversa gente arriva a fare la spesa con il dinghy, per cui se ci si trova a Sydney con la barca è possibile spostarsi sull’acqua.

Il sito internet: www.sydneyfishmarket.com.au

Il Vic’s Meat Market

È un pò la risposta al mercato del pesce. Si trova sullo stesso piazzale ed è in realtà un macellaio con annesso zona di ristorazione e grill. È simile ad un take away, ma con dei posti a sedere. In città è considerato il miglior posto per mangiare la carne. Io ho assaggiato il “brisket beef”, un pezzo di manzo cotto lentamente: la carne si scioglieva in bocca ed era gustostissima. Per gli amanti della carne è assolutamente un luogo in cui fermarsi a pranzare.

Il sito della macelleria: www.vicsmeatmarket.com.au

Meat market

Barangaroo

Barangaroo occupa un posto importante nella storia del patrimonio marittimo di Sydney. Il sito di Barangaroo faceva parte del territorio del Gadigal della nazione Eora, i custodi tradizionali della regione della città di Sydney. Le donne locali Eora, utilizzavano le loro canoe per pescare e raccogliere molluschi: furono loro per prime ad avviare un’attività economica nella zona di Barangaroo. Le grandi conchiglie e le numerose incisioni rupestri ritrovate sul posto indicano un’occupazione aborigena che risale a circa 6.000 anni fa.

Oggi questo quartiere è in pieno sviluppo e costruzione: con i suoi grattacieli colorati, i palazzi con l’architettura moderna e i suoi bar e ristoranti è sicuramente un bel quartiere da visitare. La frenesia qui è di casa: turisti che vanno e vengono con i traghetti, ma anche impiegati che lavorano nel vicino centro economico (CBD) e che vengono a pranzare oppure a fare l’aperitivo dopo il lavoro.  È un quartiere vivo, anche di notte, in particolar modo nel fine settimana.

Nonostante questo, non manca lo spazio verde: la Riserva Barangaroo, un bellissimo parco affacciato sull’acqua, un luogo ideale per fare una passeggiata o rilassarsi sdraiati nei suoi prati contemplando la città.

Barangaroo

Si prevede che Barangaroo sarà completato nel 2024, anno in cui è pure prevista l’apertura della nuova metropolitana. Una volta completato questo quartiere, esso farà parte di una passerella pedonale di 14 km lungo la costa del porto di Sydney, che parte dai mercati ittici di Sydney fino ad arrivare a Garden Island.

 

The Rocks

The Rocks, il quartiere più antico di Sydney, con le sue strade acciottolate, le case e i cottage di pietra arenaria ed alcuni dei più antichi pub di Sydney. Grazie ai suoi musei e gallerie, ai vivaci mercati del fine settimana e agli hotel con vista sulla baia, questo quartiere storico è frequentato da visitatori e abitanti locali. Passato e presente si incontrano a The Rocks.

The Rocks

Woolloomooloo

Purtroppo non ci sono stato in questo quartiere, mancava il tempo. È situato tra i giardini botanici e Potts Point. Pare che sia una zona molto raffinata, con hotel, ristoranti di pesce affacciati sull’acqua e appartamenti di lusso ricavati dai vecchi magazzini del molo Finger Wharf.
Pare che Russell Crowe abbia un appartamento proprio qui.

Altre attrazioni da vedere

Girando per la città si potrà vedere da più angolazioni l’Opera House e l’Harbour Bridge.
Entrambi, volendo, si possono vedere meglio. L’Opera House offre infatti diversi pacchetti di visite guidate, da quella breve di 1 ora a quella di 4 ore che percorre anche il backstage, mentre l’Harbour Bridge lo si può percorrere per tutta la sua lunghezza, offrendo una vista ineguagliabile sulla città.

Dove mangiare

Oltre ai due mercati sopra citati, posso consigliare questi due ristoranti

Steersons Steakhouse
17 Lime St
Sito internet: steersons.com
È situato nel quartiere di Bangaroo, si trova al 1° piano e ha una bella terrazza che guarda sul porto.
Se si vuole un bel tavolo consiglio di riservare.

Masuya Japanese Restaurant
Basement level,12 O’Connell Street
Sito internet: www.masuyainternational.com.au/en/masuya
Si trova nel cuore della CBD ed è nel seminterrato. Non lasciatevi ingannare dalle apparenze, si mangia veramente bene !

Endeavour Tap Rooms
39/43 Argyle St, The Rocks
Sito internet: taprooms.com.au
Situato nel cuore di The Rocks, è un locale molto particolare che offre una grande varietà di birre fatte in casa.

Evitare di andare a mangiare nella zona di Darling Harbour, situato tra l’acquario e Pyrmont Bay.
È una zona “acchiappa” turisti grazie al fatto che sono vicini all’acqua, ma sono ristoranti cari e di scarsa qualità.

Iscriviti alla newsletter per non perdere i prossimi articoli !


Ultimo aggiornamento: Lug 25, 2019 @ 06:39

Share.

About Author

Libero professionista nel web design e nella consulenza informatica (LALU Solutions), appassionato di vela e amante delle vacanze un po’ fuori dal comune. Possiedo la patente d’altura senza limiti e finora ho navigato in Patagonia (Capo Horn e Canale di Beagle), nel Canale della Manica (Bretagna e Inghilterra), nel Mediterraneo (Adriatico, Tirreno, Ionio, Baleari, Alboran), nello Stretto di Gibilterra, alle Canarie e la TRANSAT dalla Martinica a Gibiliterra. La mia ultima esperienza mi ha portato nel mare della Tasmania e nell'Oceano Indiano, navigando da Whangarei in Nuova Zelanda su lungo la costa est dell'Australia fino a Darwin, da dove ho continuato per Cocos Islands arrivando a Mauritius. La vela mi permette di praticare altre due grandi passioni: viaggiare e fotografare. La strada è lunga e sicuramente non semplice, ma a piccoli passi sto cercando di raggiungere il mio obiettivo: riuscire ad acquistare una barca a vela e partire alla scoperta del mondo via mare.

Leave A Reply