La traversata atlantica.

0

Se ti piace l'articolo condividilo con i tuoi amici !

“La traversata atlantica. Preparazione, tecniche e rotte di un navigatore oceanico” è il risultato di una lunga esperienza di navigazioni oceaniche dall’Alaska all’Antartide e di una vita passata a bordo del Mai Stracc, i cui lavori di manutenzione sono sempre stati effettuati direttamente dal suo proprietario.

Il lettore può così beneficiare dei preziosi consigli di prima mano di Andrea Pestarini che spiega in modo semplice e pratico ogni aspetto tecnico e umano per affrontare al meglio una navigazione oceanica: scegliere e preparare una barca (attrezzature, cambusa, impianto elettrico, elettronica, strumentazioni di bordo, motore) e il suo equipaggio, nonché applicare le strategie più idonee a garantire la sicurezza a bordo; pianificare inoltre il viaggio valutando le possibili rotte per la traversata verso i Caraibi e per il ritorno, con le relative note sulla meteorologia e gli scali lungo il percorso. Dopo aver letto questo libro sicuramente si avranno le idee molto chiare su cosa bisogna fare per prepararsi in maniera ottimale alla traversata atlantica. Arricchiscono il libro le illustrazioni realizzate da Martina Francesconi, visual designer di professione e appassionata di mare.

Parere personale su “La traversata atlantica”

Effettivamente è un libro ricco di consigli tecnici e pratici per preparasi ad una traversata oceanica. Tocca i più disparati aspetti, dalla preparazione della barca alla pianificazione delle tappe secondo i periodi più idonei, nonché la sicurezza a bordo e la meteorologia. Un libro da leggere !

Autore: Andrea Pestarini
Editore: il Frangente
Data di Pubblicazione: 2012
Genere: Vela, navigazione, pianificazione
Pagine: 128
EAN: 9788898023219

Share.

About Author

Libero professionista nel web design e nella consulenza informatica (LALU Solutions), appassionato di vela e amante delle vacanze un po’ fuori dal comune. Possiedo la patente d’altura senza limiti e finora ho navigato in Patagonia (Capo Horn e Canale di Beagle), nel Canale della Manica (Bretagna e Inghilterra), nel Mediterraneo (Adriatico, Tirreno, Ionio, Baleari, Alboran), nello Stretto di Gibilterra, alle Canarie e la TRANSAT dalla Martinica a Gibiliterra. La mia ultima esperienza mi ha portato nel mare della Tasmania e nell'Oceano Indiano, navigando da Whangarei in Nuova Zelanda su lungo la costa est dell'Australia fino a Darwin, da dove ho continuato per Cocos Islands arrivando a Mauritius. La vela mi permette di praticare altre due grandi passioni: viaggiare e fotografare. La strada è lunga e sicuramente non semplice, ma a piccoli passi sto cercando di raggiungere il mio obiettivo: riuscire ad acquistare una barca a vela e partire alla scoperta del mondo via mare.

Leave A Reply