Installare il GPS in OpenCPN

0

Andiamo avanti con la configurazione di OpenCPN e vediamo come installare il GPS Navilock NL-402U.

Installare il GPS in Open CPN

Colleghiamo il nostro ricevitore GPS Navilock NL-402U.

navilock

Procediamo quindi con l’installazione dei programmi per la gestione del GPS.

sudo apt-get install gpsd gpsd-clients python-gps

Durante l’installazione prestare attenzione a quale versione di gpsd viene installato. La 3.16 funziona bene.
Aprire il file gpsd per modificare un paio di linee

sudo nano /etc/default/gpsd

Modificare le seguenti linee come segue (verificare che il GPS corrisponda a ttyACM0) DEVICES=”/dev/ttyACM0″
GPSD_OPTIONS=”-b”

Salvare e chiudere il file e riavviare il servizio gpsd.

sudo service gpsd restart

Verificare che il servizio raccolga i dati dal ricevitore GPS. È possiibile che al primo avvio impieghi anche fino a 15-20 minuti per ricevere i satelliti e fissare la posizione.

Di seguito due comandi che possono essere utilizzati per verificare il funzionamento del GPS

cgps -s 

cgps

 

gpsmon

 

Configurare il GPS in OpenCPN

Ora che abbiamo verificato l’installazione e il buon funzionamento del ricevitore GPS, possiamo configurarlo in OpenCPN. Apriamo il programma e andiamo nelle “Options” -> “Connections”.

Qui compiliamo i campi come da esempio e alla fine clicchiamo su “Add Connection”.

opencpn gpsd

A questo punto in OpenCPN dovrebbe comparire la nostra posizione.

Nei prossimi articoli andremo a vedere come installare le carte nautiche oeSENC.
Per installare OpenCPN vai all’articolo precedente.
Iscriviti al blog per non perdere i prossimi articoli !



Ultimo aggiornamento: 6 Gennaio 2018 @ 09:04

Share.

About Author

Libero professionista nel web design e nella consulenza informatica (LALU Solutions), appassionato di vela e amante delle vacanze un po’ fuori dal comune. Possiedo la patente d’altura senza limiti e finora ho navigato in Patagonia (Capo Horn e Canale di Beagle), nel Canale della Manica (Bretagna e Inghilterra), nel Mediterraneo (Adriatico, Tirreno, Ionio, Baleari, Alboran), nello Stretto di Gibilterra, alle Canarie e la TRANSAT dalla Martinica a Gibiliterra. La mia ultima esperienza mi ha portato nel mare della Tasmania e nell'Oceano Indiano, navigando da Whangarei in Nuova Zelanda su lungo la costa est dell'Australia fino a Darwin, da dove ho continuato per Cocos Islands arrivando a Mauritius. La vela mi permette di praticare altre due grandi passioni: viaggiare e fotografare. La strada è lunga e sicuramente non semplice, ma a piccoli passi sto cercando di raggiungere il mio obiettivo: riuscire ad acquistare una barca a vela e partire alla scoperta del mondo via mare.

Leave A Reply

Non perdere i prossimi articoli !

Trovi interessante il blog Yamana Sailing Life ? Lascia il tuo indirizzo e-mail, sarai informato quando verrà pubblicato un nuovo articolo !