Ricevitore AIS per OpenCPN

0

L’Automatic Identification System (AIS) è un sistema automatico di tracciamento utilizzato in ambito navale allo scopo di evitare le collisioni fra le unità in navigazione. Per le imbarcazioni commerciali è obbligatorio il transponder (trasmettitore-ricevitore), mentre per il diporto non vige nessun obbligo. È comunque consigliato installare almeno un ricevitore AIS per aumentare la sicurezza in navigazione. In questo articolo andremo a vedere come installare e abilitare il ricevitore AIS nel nostro chart plotter precedentemente installato su Raspberry Pi 3.

Come installare il ricevitore AIS

Come ricevitore AIS ho voluto utilizzare il dAISy Hat in quanto è pensato appositamente per la nostra Raspberry Pi 3, ha un basso consumo ed inoltre funziona immediatamente dopo una brevissima configurazione.

Le sue specifiche:

  • Ricevitore a due canali, attivo in continua ricezione sui canali AIS A (161.975 MHz) e B (162.025 MHz)
  • Sensibilità superiore rispetto agli altri ricevitori AIS low-cost
  • Bassa potenza, meno di 200mW nella modalità di ricezione (<40mA a 5V)
  • Comunicazione seriale a 38400 baudsecondo il formato standard NMEA (AIVDM)
  • Comunica con la Raspberry Pi tramite UART0 (serial0)
  • Funziona con Raspberry Pi 1 (A+/B+ only), Pi 2, Pi 3 (vedi nota di seguito) e Pi Zero
  • Dimensione compatibile con Raspberry Pi HAT standard
  • Connettore SMA per antenna
  • Adattatore SMA-to-BNC incluso

Nota: nella Raspberry Pi 3 la seriale UART0 è occupata dalla radio Bluetooth incorporata. Una volta installata la dAISy HAT, il Bluetooth non sarà più disponibile.

La via più veloce per configurarlo è utilizzare lo script di Ilker Temir (indicato dal produttore del ricevitore AIS). Apriamo la console nel nostro sistema e andiamo a scaricare lo script

wget https://github.com/itemir/rpi_boat_utils/raw/master/uart_control/uart_control

rendiamo eseguibile lo script

chmod +x ./uart_control

eseguiamo

sudo ./uart_control gpio

ed infine facciamo un bel riavvio

sudo reboot now

 

Attivare il ricevitore AIS in OpenCPN

Aprire OpenCPN, selezionare Settings -> Connections e cliccare su Add Connection.
Impostare il collegamento con questi parametri:

  • Type: Serial
  • DataPort: /dev/serial0
  • Baudrate: 38400
  • Priority: 1
  • Control Checksum: Checked

Ricevitore AIS

Ora abbiamo il sistema AIS attivo il quale ci permette di visualizzare nel chart plotter le imbarcazioni che hanno installato il transponder. La qualità della ricezione dipenderà dal tipo di antenna installata e dalla sua posizione. Esistono in commercio degli splitter per utilizzare l’antenna del VHF, normalmente utilizzata per la voce e il DSC, anche per il traffico AIS. In questo modo si può sfruttare l’antenna già normalmente installata in cima d’albero senza dover fare ulteriori installazioni.

Attenzione:  ricordo che la strumentazione elettronica è solo un aiuto per navigare con maggiore sicurezza. La responsabilità rimane sempre e comunque dello skipper, il quale deve organizzare una presenza / guardia continua in coperta.

Stato dei LED

Verde, flash veloce ogni 5 secondi -> Modalità normale, in ricezione
Verde, flash ¼ di secondo -> Ricevuto un messaggio AIS valido
Rosso, flash ¼ di secondo -> Ricevuto un messaggio invalido
Rosso, permanente o lampeggiamento continuo e veloce -> Errore di sistema
Nessuna attività dei Led -> Non è in ricezione

Per installare le carte nautiche oeSENC vai all’articolo precedente.
Iscriviti al blog per non perdere i prossimi articoli !

 

Ultimo aggiornamento: 6 Marzo 2018 @ 18:36

Share.

About Author

Libero professionista nel web design e nella consulenza informatica (LALU Solutions), appassionato di vela e amante delle vacanze un po’ fuori dal comune. Possiedo la patente d’altura senza limiti e finora ho navigato in Patagonia (Capo Horn e Canale di Beagle), nel Canale della Manica (Bretagna e Inghilterra), nel Mediterraneo (Adriatico, Tirreno, Ionio, Baleari, Alboran), nello Stretto di Gibilterra, alle Canarie e la TRANSAT dalla Martinica a Gibiliterra. La vela mi permette di praticare altre due grandi passioni: viaggiare e fotografare. La strada è lunga e sicuramente non semplice, ma a piccoli passi sto cercando di raggiungere il mio obiettivo: riuscire ad acquistare una barca a vela e partire alla scoperta del mondo via mare.

Leave A Reply

Non perdere i prossimi articoli !

Trovi interessante il blog Yamana Sailing Life ? Lascia il tuo indirizzo e-mail, sarai informato quando verrà pubblicato un nuovo articolo !