Risparmiare – preparare le finanze per la partenza (parte 1)

0

Se ti piace l'articolo condividilo con i tuoi amici !

Un lungo viaggio in barca a vela necessita una certa liquidità finanziaria: per questo motivo è necessario pianificare e allestire un piano per risparmiare.

Tanta gente pensa che per realizzare un progetto simile è necessario essere benestanti, ma non è così per forza. È importante invece saper risparmiare e le strade sono molteplici, eccone alcune:

  • apertura di un conto di risparmio
  • assicurazione vita (III pilastro)
  • acquisto di azioni e fondi
  • cambiare lo stile di vita, evitando spese superflue

Il conto di risparmio: è il primo posto dove le persone pensano di depositare i propri risparmi. Purtroppo gli interessi che fruttano questi conti oggi giorno sono veramente irrisori, stiamo parlando del 0,15 % o meno. Vale comunque la pena definire un importo mensile (secondo le proprie possibilità) il quale verrà versato automaticamente dal conto corrente al conto di risparmio.

Assicurazione vita (III pilastro):  è un altro metodo di risparmio interessante e abbastanza sicuro, permette di versare una determinata quota mensile stabilita con l’assicuratore per un certo periodo. Esistono delle varianti con un rendimento maggiore basato su dei fondi sicuri e che garantiscono comunque un minimo di resa garantito nel caso vada storto qualcosa.

Azioni e fondi: è sicuramente rischioso rispetto al conto risparmio, ma se gli acquisti vengono fatti un pò con testa, scegliendo per esempio azioni di aziende solide, dove magari versano dei dividendi annualmente, queste possono fruttare diversi punti percentuali  sull’arco di più anni. È sicuramente un opzione da prendere in considerazione per differenziare un pò i vari modi di risparmio.

Lending: è un sistema d’investimento che sta emergendo anche in Svizzera. In pratica vi sono delle società che si occupano di valutare e rilasciare prestiti per aziende e privati, ma nel contempo sono i privati e le aziende che finanziano questi prestiti, arrivando a guadagnare anche il 10% di quanto investito nel prestito (chiaramente a seconda del rischio assunto).

Cambio di stile di vita: quando saremo in barca si dovrà per forza cambiare lo stile di vita (a meno che abbiamo un bel conto in banca), controllare i costi ed evitare le spese inutili. Perché non iniziare da subito ? È molto interessante vedere come sia più facile risparmiare che trovare il modo per guadagnare di più ! E questo senza troppi sacrifici…

 

Personalmente ho iniziato ad allestire una lista delle spese mensili e per esempio mi sono accorto che:

  • la TV la guardo veramente poco e dei canali “spazzatura” italiani posso farne a meno. Ho disdetto l’abbonamento TV, acquistando l’impianto satellitare con la carta della RSI (si paga una tantum).
  • Internet riesco a prenderlo dal mio ufficio al piano sottostante, ho quindi disdetto il collegamento in casa.
  • l’abbonamento mobile “flat” aziendale mi permette di utilizzare il telefonino anche privatamente, eliminando così anche il telefono privato.
  • verso alcune quote sociali di associazioni a cui non partecipo più da anni, eliminate anche queste.
  • se dovessi smettere di fumare guadagnerei innanzitutto di salute, ma avrei anche un bel risparmio.

In breve, se riprendo solo questi punto elencati nel dettaglio, vediamo che il risparmio è notevole:

  • abbonamento TV e internet: CHF 74.- x 12 = CHF 888.- / anno
  • telefonino: CHF 99.- x 12 = CHF 1’188.- / anno
  • quote sociali: CHF 300 / anno
  • sigarette: CHF 8.- x 365 giorni = CHF 2’920.- (minimo!)

Solo con questi 4 punti riesco a risparmiare CHF 5’300.- all’anno !

Ci sono poi quelle spese derivanti dagli acquisiti impulsivi, spesso legati ai “gadget” elettronici che adoro tanto, ma che dopo un breve entusiasmo vengono dimenticati in un qualche angolo di casa a prendere polvere. Prima di acquistare qualcosa ho quindi preso l’abitudine di non prenderlo subito e di riflettere se vi fosse la necessità, facendomi risparmiare anche qui qualcosa !

Vedi gli altri articoli sull’argomento “finanze“.


Ultimo aggiornamento: Mar 12, 2018 @ 09:11

Share.

About Author

Libero professionista nel web design e nella consulenza informatica (LALU Solutions), appassionato di vela e amante delle vacanze un po’ fuori dal comune. Possiedo la patente d’altura senza limiti e finora ho navigato in Patagonia (Capo Horn e Canale di Beagle), nel Canale della Manica (Bretagna e Inghilterra), nel Mediterraneo (Adriatico, Tirreno, Ionio, Baleari, Alboran), nello Stretto di Gibilterra, alle Canarie e la TRANSAT dalla Martinica a Gibiliterra. La mia ultima esperienza mi ha portato nel mare della Tasmania e nell'Oceano Indiano, navigando da Whangarei in Nuova Zelanda su lungo la costa est dell'Australia fino a Darwin, da dove ho continuato per Cocos Islands arrivando a Mauritius. La vela mi permette di praticare altre due grandi passioni: viaggiare e fotografare. La strada è lunga e sicuramente non semplice, ma a piccoli passi sto cercando di raggiungere il mio obiettivo: riuscire ad acquistare una barca a vela e partire alla scoperta del mondo via mare.

Leave A Reply