Svalbard. A vela nell’arcipelago di ghiaccio.

0

Se ti piace l'articolo condividilo con i tuoi amici !

Questo libro è la cronaca di un’esperienza vissuta da Laura Canepuccia come marinaia a bordo di una barca a vela di 20 metri. Laura, con il suo racconto, ci porterà a navigare nelle gelide acque dei mari del Nord, su fino alle Svalbard.  

È primavera in Italia quando Laura Canepuccia decide di lasciarsi alle spalle la vita di tutti i giorni e di fare i bagagli per il gelido Nord. A Tromsö Norvegia l’attende un ingaggio di sei mesi su un Challenge ’67 uno yacht di venti metri per settanta tonnellate comandato da un ombroso e tenace olandese che fa servizio di charter per sciatori estremi fotografi naturalisti e amanti dell’avventura nelle insidiose acque a nord del circolo polare. La destinazione finale sono le isole Svalbard l’arcipelago a pochi passi dal polo uno dei luoghi più remoti e selvaggi dell’emisfero boreale.
Questo libro è la cronaca di un’esperienza unica nel suo genere il diario di bordo di una marinaia italiana imbarcata con un equipaggio di soli uomini in navigazione nell’Artico. Nel silenzio e nella solitudine di quei luoghi la barca diventa un piccolo universo in cui si incontrano e convivono charteristi provenienti da tutto il mondo.
Insieme al racconto le fotografie scattate durante la traversata restituiscono nella loro purezza e semplicità lo stupore di una rivelazione interiore l’incontro con il continente di ghiaccio. Un luogo magico e fragile e allo stesso tempo duro e pericoloso sia per le condizioni climatiche sia per la presenza di animali straordinari ma spesso ostili come i trichechi e gli orsi bianchi.

Parere personale su “Svalbard”

Laura, fotografa e navigatrice, dopo aver trascorso una vita da viaggiatrice e aver lavorato su diversi velieri si ferma a terra per aprire un’attività nel campo floreale e paesaggistico. Dopo 4 anni si rende conto che questa vita sedentaria e fatta da orari e luoghi fissi non fa per lei e lascia la società. Cerca nuovamente lavoro nella nautica e trova una proposta per imbarcarsi su una barca a vela di 20 metri che fa charter nelle insidiose acque a nord del circolo polare. La partenza è in Norvegia, a Tromso, mentre la destinazione sono le Svalbard. Il libro narra di questa avventura vissuta da Laura, della scoperta di un altro modo di navigare diverso da quello al quale era abituata in Mediterraneo: difficile e pericoloso, ma tanto affascinante e unico. Racconta anche le dinamiche di bordo che si sono create con i diversi equipaggi provenienti dai quattro angoli del mondo e le difficoltà nel rapporto lavorativo con il capitano, l’olandese Ian.
Ė un libro ben scritto, scorrevole e piacevole da leggere.

Autore: Laura Canepuccia
Editore: Nutrimenti
Data di Pubblicazione (ristampa): settembre 2015
Genere: Vela, navigazione
Pagine: 112
EAN: 9788865943991

Iscriviti al blog per non perdere i prossimi articoli !

Share.

About Author

Libero professionista nel web design e nella consulenza informatica (LALU Solutions), appassionato di vela e amante delle vacanze un po’ fuori dal comune. Possiedo la patente d’altura senza limiti e finora ho navigato in Patagonia (Capo Horn e Canale di Beagle), nel Canale della Manica (Bretagna e Inghilterra), nel Mediterraneo (Adriatico, Tirreno, Ionio, Baleari, Alboran), nello Stretto di Gibilterra, alle Canarie e la TRANSAT dalla Martinica a Gibiliterra. La mia ultima esperienza mi ha portato nel mare della Tasmania e nell'Oceano Indiano, navigando da Whangarei in Nuova Zelanda su lungo la costa est dell'Australia fino a Darwin, da dove ho continuato per Cocos Islands arrivando a Mauritius. La vela mi permette di praticare altre due grandi passioni: viaggiare e fotografare. La strada è lunga e sicuramente non semplice, ma a piccoli passi sto cercando di raggiungere il mio obiettivo: riuscire ad acquistare una barca a vela e partire alla scoperta del mondo via mare.

Leave A Reply