MEOSAR e la nuova generazione di Epirb/PLB

0

Quando qualcuno necessita di assistenza nella ricerca e nel recupero, ogni minuto conta. Il sistema MEOSAR porterà una rivoluzione in questo campo, migliorando la copertura, l’accuratezza delle informazioni e la velocità di rilevamento e d’intervento.

MEOSAR

Nei prossimi anni il mondo della ricerca e recupero sarà rivoluzionato grazie a MEOSAR,
offrendo un rilevamento pressoché istantaneo del segnale, una migliore copertura nonché una buona accuratezza.

Il sistema attuale COSPAS-SARSAT

Oggi il sistema Cospas-Sarsat include due tipi di satelliti: i LEOSAR e i GEOSAR, dove ognuno ha le sue caratteristiche per il rilevamento e la localizzazione degli apparecchi di emergenza. Come abbiamo già visto nell’articolo sull’Epirb, il sistema GEOSAR copre l’intera terra eccetto le alte latitudini (poli). La localizzazione viene effettuata tramite la posizione inserita nel messaggio inviato dall’Epirb o PLB. Il sistema LEOSAR invece non ha una copertura continua, ma garantisce la copertura dei poli scoperti dal GEOSAR. Per la localizzazione non utilizza i dati del GPS e per questo motivo necessita di più passaggi per rilevare la posizione. Si deve calcolare almeno 2 ore prima di avere le coordinate.

Introduzione del MEOSAR

Il Medium Earth Orbit Search And Rescue System (MEOSAR) è un avanzata generazione di satelliti che rivoluzionerà il sistema Cospas-Sarsat. MEOSAR offre i vantaggi dei due sistemi LEOSAR e GEOSAR senza però le loro attuali limitazioni, provvedendo all’invio del messaggio di distress quasi in tempo reale, indipendentemente dal luogo.

Con MEOSAR si avrà:

  • un calcolo della posizione più veloce grazie al gran numero di satelliti
  • maggiore affidabilità nel flusso dei dati grazie ai diversi satelliti con il quale il sistema può comunicare
  • grazie alla caratteristica Return Link Transmission, la possibilità d’inviare all’utente la conferma di ricezione del messaggio di distress

Con una copertura globale, MEOSAR avrà una precisione di 100 metri e nel 95% dei casi la posizione sarà rilevata entro 5-10 minuti.

Fase di test del MEOSAR

In questi anni sono stati svolti dei test sul sistema MEOSAR. Di seguito si può vedere un paragone tra un distress inviato all’attuale sistema LEOSAR-GEOSAR e uno inviato al MEOSAR.

Messa in servizio del MEOSAR

MEOSAR dovrebbe diventare operativo nel 2019 e utilizzerà ben 72 satelliti dei sistemi GPS, Galileo e Glonass. Di seguito, i satelliti LEOSAR saranno messi fuori servizio nel 2020, mentre i GEOSAR saranno utilizzati come backup. 

La nuova generazione di Epirb

La nuova generazione di Epirb sarà compatibile al 100% con il sistema MEOSAR e potrà sfruttare le nuove funzionalità, come ad esempio il Return Link Transmission che permette di ricevere una conferma al distress inviato. È il caso del nuovo Epirb Smarfind G8+, prodotto da Mc Murdo, leader di questo settore e partecipe alle fasi di test del sistema MEOSAR. Questo Epirb è compatibile con il sistema MEOSAR e include anche l’AIS Beacon per le ricerche locali. Un’altra sua caratteristica è la lunga durata della batteria, garantita per 10 anni.

Importante: gli attuali Epirb potranno comunque funzionare sul nuovo sistema MEOSAR, ma con funzionalità limitate. È comunque essenziale che lavorino sulla frequenza di 406 MHz.

Contatti per informazioni

Fornitura EPIRB, fornitura dotazioni di sicurezza e consulenza – free-time-activities.com
Tel_ +41 91 220 11 11
E-mail: luca.lafranchi@free-time-activities.com

Iscriviti alla newsletter per non perdere i prossimi articoli !


Ultimo aggiornamento: 22 Ottobre 2018 @ 07:55

Share.

About Author

Libero professionista nel web design e nella consulenza informatica (LALU Solutions), appassionato di vela e amante delle vacanze un po’ fuori dal comune. Possiedo la patente d’altura senza limiti e finora ho navigato in Patagonia (Capo Horn e Canale di Beagle), nel Canale della Manica (Bretagna e Inghilterra), nel Mediterraneo (Adriatico, Tirreno, Ionio, Baleari, Alboran), nello Stretto di Gibilterra, alle Canarie e la TRANSAT dalla Martinica a Gibiliterra. La vela mi permette di praticare altre due grandi passioni: viaggiare e fotografare. La strada è lunga e sicuramente non semplice, ma a piccoli passi sto cercando di raggiungere il mio obiettivo: riuscire ad acquistare una barca a vela e partire alla scoperta del mondo via mare.

Leave A Reply

Non perdere i prossimi articoli !

Trovi interessante il blog Yamana Sailing Life ? Lascia il tuo indirizzo e-mail, sarai informato quando verrà pubblicato un nuovo articolo !