Bandiera svizzera o inglese ?

2

Se ti piace l'articolo condividilo con i tuoi amici !

Durante i corsi per la patente di vela d’altura svizzera si parla dell’immatricolazione dell’imbarcazione con la bandiera Svizzera e dei suoi limiti.
Appronfondiamo un po’ il discorso, guardando anche altre possibilità…

L’immatricolazione è gestita dal “Swiss Maritime Navigation Office (SMNO)” e prevede due opzioni: quella commerciale e quella di diporto.

Per quanto riguarda l’immatricolazione commerciale, la flotta svizzera comprende 40 navi mercantili con una capacità di carico di circa 1 milione di tonnellate (dead weight tons, DWT), equivalenti a circa l’1 per mille del tonnellaggio mondiale. Si compone di navi da carico, navi container, navi da carico polivalenti, navi cisterna per prodotti chimici e bitume. Le navi vengono impiegate in tutto il mondo a seconda delle necessità. La flotta è gestita da sei compagnie armatrici, la cui sede deve essere imperativamente in Svizzera. Questo tipo d’immatricolazione commerciale non prevede la possibilità di registrare imbarcazioni per il charter.

L’immatricolazione per yacht marini la possono invece ottenere i cittadini svizzeri e le associazioni svizzere che si prefiggono lo scopo di praticare lo sport nautico e la navigazione da diporto. Attualmente (ultimo aggiornamento 24.09.2012) sono circa 1500 gli yacht marittimi che navigano sotto bandiera svizzera. Essi possono venir utilizzati esclusivamente per lo sport nautico e la navigazione da diporto. Nonostante che l’ordinanza sugli yacht cita “Il trasporto professionale di persone o merci è vietato” (vedi art. 17 “Trasporti remunerati”) come pure “uno yacht può essere affidato a terzi soltanto eccezionalmente” (vedi art. 18 “Affidamento a terzi”), è da precisare che l’armatore può affidare senza problemi ad altri skipper (anche stranieri) l’imbarcazione e può inoltre chiedere una partecipazione ai costi di gestione della barca. Queste informazioni sono state rilasciate via e-mail dal SMNO.

Ma se si volesse praticare del charter (noleggio) o charter con skipper in modo ufficiale ?
Esiste effettivamente una possibilità: la bandiera inglese, molto più flessibile di quella svizzera.

Navigando un po nel sito del UK Ship Register troviamo la seguente definizione di eligibilità per quanto riguarda il Part I (esistono altri tipi di immatricolazioni):

The following are qualified to be the owners of ships which are to be registered on the UK Ship Register:

  • a British Citizen; 
  • a British Dependant Territories Citizen; 
  • a British Overseas Citizen; 
  • Companies incorporated in one of the EEA countries; 
  • Citizens of an EU member state exercising their rights under articles 48 or 52 of the EU Treaty in the UK; 
  • Companies incorporated in any British overseas possession which have their principal place of business in the UK or those possessions; 
  • or European Economic Interest Groupings.

When none of the qualified owners are resident in the UK, a representative person must be appointed who may be either:

  • an individual resident in the UK 
  • a Company incorporated in one of the EEA countries with a place of business in the UK

A prima vista sembra che sia prevalentemente solo per i cittadini o aziende inglesi, ma c’è un punto che mi attira l’attenzione, ovvero quello relativo ai cittadini di uno stato membro EU. La Svizzera, con i suoi bilaterali, potrà usufruire di questa possibilità ?

Provo a scrivere al “UK Ship Register” e ricevo la seguente risposta:

Dear Luca
I confirm a Swiss citizen is eligible to register a vessel on Part 1 of the UK Ship Register,
Kind regards

UK Ship Register

Quindi si, è confermato: uno svizzero può immatricolare la sua imbarcazione sotto bandiera inglese secondo il Part 1 of the UK Ship Register.
Il Part 1 include le piccole imbarcazioni, imbarcazioni da diporto e le imbarcazioni commerciali come quelle utilizzate per il charter (noleggio) o charter con skipper.

I costi d’immatricolazione e rinnovo sono i seguenti:

  • Spese di base per la registratione del Part I e IV  £124
  • Rinnovo della registrazione ogni 5 anni  £49
  • Se si da il mandato ad un’agenzia per gestire la parte burocratica di registrazione, calcolare ca. 700-800 Euro (chiedere ad un’agenzia inglese, altrimenti aumentano i costi).

Altri punti necessari per la registrazione:

  • avere un indirizzo in Inghilterra per la posta che invia il “UK Ship Register”, rappresentato da una persona fisica o da un’agenzia. Questi non avranno nessuna responsabilità e nessun diritto sull’imbarcazione.
  • il “tonnage measurement”, dove si consiglia vivamente di farlo fare ad un’associazione di surveyor inglesi che lavorano in tutta europa (ca. 700-800 Euro).

Abbiamo quindi trovato una soluzione per poter utilizzare l’imbarcazione per charter (noleggio), ma rimane ancora il problema della patente d’altura svizzera che non permette di praticare attività remunerate come il charter con skipper.

Vedrò di approfondire il discorso in un altro articolo.

Come contattare il SMNO

Swiss Maritime Navigation Office SMNO
Elisabethenstrasse 33
P.O. Box
CH-4010 Basel

Tel.:  +41 (0)61 270 91 20,
Field yachts:  +41 (0)61 270 91 26
Fax: +41 (0)61 270 91 29
E-mail:  [email protected]
Internet: www.smno.ch

Come contattare il UK Ship Register

UK Ship Register
Spring Place
105 Commercial Road
Southampton
SO15 1EG
United Kingdom

Tel:  +44 (0)23 8032 9197
Fax: +44 (0)23 8032 9447
Web: www.dft.gov.uk/mca/uksr

Nota: queste informazioni sono state fornite da persone che hanno la bandiera inglese e dal UK Ship Register, quindi risultano essere attendibili al momento della pubblicazione di questo articolo.


Ultimo aggiornamento: Mar 4, 2018 @ 21:59

Share.

About Author

Libero professionista nel web design e nella consulenza informatica (LALU Solutions), appassionato di vela e amante delle vacanze un po’ fuori dal comune. Possiedo la patente d’altura senza limiti e finora ho navigato in Patagonia (Capo Horn e Canale di Beagle), nel Canale della Manica (Bretagna e Inghilterra), nel Mediterraneo (Adriatico, Tirreno, Ionio, Baleari, Alboran), nello Stretto di Gibilterra, alle Canarie e la TRANSAT dalla Martinica a Gibiliterra. La mia ultima esperienza mi ha portato nel mare della Tasmania e nell'Oceano Indiano, navigando da Whangarei in Nuova Zelanda su lungo la costa est dell'Australia fino a Darwin, da dove ho continuato per Cocos Islands arrivando a Mauritius. La vela mi permette di praticare altre due grandi passioni: viaggiare e fotografare. La strada è lunga e sicuramente non semplice, ma a piccoli passi sto cercando di raggiungere il mio obiettivo: riuscire ad acquistare una barca a vela e partire alla scoperta del mondo via mare.

2 commenti

    • Grazie Fulvio!
      L’olandese, come quella Belga, non si può più fare a causa di abusi.
      Per entrambi le bandiere sono cambiate alcune cose nell’ultimo anno e almeno il 50% della barca dev’essere di proprietà di un residente nella nazione.
      Rimane interessante la BVI.
      Ciao
      Luca

Leave A Reply