Il mistero di Donald C.

0

Se ti piace l'articolo condividilo con i tuoi amici !

Donald Crowhurst, commerciante e velista dilettante, nel 1968 decise di partecipare alla Golden Globe Race, regata in solitaria intorno al mondo senza scalo. Nel film “Il mistero di Donald C.”, il regista affronta una delle vicende più misteriose della storia recente: la pericolosa navigazione solitaria in barca a vela di Donald Crowhurst e le difficoltà che portarono l’impresa a un tragico epilogo…

Il mistero di Donald C.

Il prossimo 5 aprile uscirà nelle sale un nuovo film che parla di vela: il mistero di Donald C., diretto dal regista Premio Oscar James Marsh. Il film racconta l’incredibile storia vera di Donald Crowhurst, velista amatoriale che partecipò alla Golden Globe Race organizzata dal Sunday Times nel 1968, con la speranza di diventare la prima persona nella storia a circumnavigare il globo in solitaria senza scalo e di vincere il premio messo in palio dalla rivista. Con una barca non completamente pronta e la propria casa e il lavoro a rischio, Donald lascia la moglie Clare e i loro figli, imbarcandosi, non senza esitazioni, nell’avventura a bordo del trimarano Teignmouth Electron.

Il film è interpretato dai due Premi Oscar, Colin Firth nelle vesti di Donald e Rachel Weisz in quelle della moglie.

Una curiosità: per commemorare i 50 anni del Golden Globe Race organizzato dal Sunday Times, quest’anno verrà nuovamente riproposta la regata. Partenza il 1 luglio da Les Sable d’Olonne: 30 velisti, 30’000 miglia in solitaria, senza scalo e senza assistenza. La particolarità sta nel fatto che saranno ammesse solo barche a vela simili a quelle utilizzate nella prima regata del ’68, lunghe dai 32 ai 36 piedi, disegnate prima del 1988 e con chiglia lunga.
Maggiori informazioni sono reperibili sul sito della regata www.goldengloberace.com.

Iscriviti alla newsletter di Yamana Sailing Life per non perdere i prossimi articoli !

 

Il trailer

 

Ultimo aggiornamento: Mar 14, 2018 @ 17:35

Share.

About Author

Libero professionista nel web design e nella consulenza informatica (LALU Solutions), appassionato di vela e amante delle vacanze un po’ fuori dal comune. Possiedo la patente d’altura senza limiti e finora ho navigato in Patagonia (Capo Horn e Canale di Beagle), nel Canale della Manica (Bretagna e Inghilterra), nel Mediterraneo (Adriatico, Tirreno, Ionio, Baleari, Alboran), nello Stretto di Gibilterra, alle Canarie e la TRANSAT dalla Martinica a Gibiliterra. La mia ultima esperienza mi ha portato nel mare della Tasmania e nell'Oceano Indiano, navigando da Whangarei in Nuova Zelanda su lungo la costa est dell'Australia fino a Darwin, da dove ho continuato per Cocos Islands arrivando a Mauritius. La vela mi permette di praticare altre due grandi passioni: viaggiare e fotografare. La strada è lunga e sicuramente non semplice, ma a piccoli passi sto cercando di raggiungere il mio obiettivo: riuscire ad acquistare una barca a vela e partire alla scoperta del mondo via mare.

Leave A Reply